Magicnet Web Agency Bologna
Via Don Francesco Pasti 22 Funo Argelato BO 40050 IT
Mo,Tu,We,Th,Fr 09:00-17:30 €€€ +39 051 664 71 98
MagicNet FB Twitter Google+ Linkedin
Come promuoversi su Facebook con le ads

Le Facebook ads consentono il raggiungimento di un pubblico altamente selezionato e sono l'ideale quando si ha intenzione di raggiungere degli obiettivi mirati in poco tempo.

L'advertising a pagamento è il futuro della promozione sui social e l'ultimo aggiornamento annunciato in casa Facebook ne è la conferma.

Nei prossimi mesi, infatti, l'algoritmo di Facebook subirà un cambiamento che finirà per privilegiare i post di amici e parenti all'interno del news feed. I  contenuti organici delle pagine pubbliche sono destinati, cioè, a perdere ulteriore visibilità, con un ulteriore abbattimento della copertura organica dei post.

Per questo motivo, diventa pressoché inevitabile decidere di destinare un certo budget aziendale per l'advertising a pagamento sui social. 

Per le inserzioni pubblicitarie, Facebook mette a disposizione delle aziende una piattaforma molto sofisticata, il Facebook Business Manager, che consente di scegliere tra diversi tipi di campagna a pagamento. A seconda della campagna selezionata, sarà possibile perseguire obiettivi specifici:

  • Ottenere mi piace alla pagina aziendale
  • Acquisire nuovi contatti
  • Ottenere clic su un sito web
  • Procurarsi conversioni sul sito
  • Interazioni con il post di una pagina
  • Aumento della notorietà di un marchio


In fase di impostazione delle ads, è possibile anche definire in maniera dettagliata il tipo di pubblico a cui somministrare gli annunci sponsorizzati.

E’ possibile, cioè, definire le caratteristiche demografiche, l’età, la collocazione geografica, gli interessi degli utenti a cui si andranno a somministrare gli annunci a pagamento.

Uno degli ultimi formati introdotti da Facebook tra quelli disponibili nelle sue campagne è quello dei moduli di contatto per la lead generation.

Per l'acquisizione di nuovi contatti, cioè, le aziende possono creare delle campagne specifiche che non richiedono di creare una landing page esterna su cui far atterrare gli utenti che cliccano sull'annuncio. Il formato di queste campagne si presenta come un annuncio classico con foto o video (o slideshow) e con la call to action che apre direttamente un modulo su Facebook.

Tali moduli possono essere visualizzati senza problemi anche sui dispositivi mobili e vengono compilati automaticamente da Facebook nei campi di cui possiede già i dati. La compilazione risulta così notevolmente semplificata per l'utente, che non dovrà far altro che compilare i campi mancanti.

Un altro formato molto promettente messo a disposizione da Facebook è il carosello di foto e video. Questo tipo di annunci consente alle aziende di sprigionare tutta la loro creatività e di realizzare campagne molto performanti, che attirano l'attenzione degli utenti grazie alla maggiore attrattiva esercitata dalle immagini e dai filmati.

La pubblicità su Facebook, di recente, si è arricchita anche di un ulteriore formato, specificamente pensato per la visualizzazione su mobile: il Facebook Canvas. Si tratta di annunci visualizzati a schermo intero e composti da slide interattive che si possono arricchire con immagini, video, testi e altri contenuti multimediali per ottenere clic e conversioni verso un sito web e per promuovere prodotti o servizi.

Gli annunci sponsorizzati su Facebook richiedono un investimento in denaro, che può essere commisurato al budget a disposizione e dev'essere di volta in volta calibrato sulla base degli obiettivi specifici che si intende raggiungere.

Non si può dire che farsi pubblicità attraverso questi strumenti richieda un notevole investimento di risorse, non in senso assoluto. Ciò che conta, infatti, non è la quantità di denaro ma spenderlo in maniera giusta e mirata. Ovvero creare campagne performanti e sperimentare con dei test per stabilire quelle destinate a raccogliere i risultati migliori. 

Vuoi promuovere la tua azienda attraverso le Facebook ads? Contattaci!

Contattaci
15 Gennaio 2018