Con il termine Open Data si intendono i dati aperti che si possono reperire autonomamente perché pubblici e servono alle macchine che li integrano in applicazioni e software. Inoltre si tratta di dati liberi, che possono essere utilizzati e distribuiti dalla persona con un piccolo costo, che copre le spese di creazione.

Il concetto di Open data si è diffuso con la nascita di Internet e una attenzione particolare è data ai dati governativi. Gli Open Data sono disponibili in formato aperto e standardizzato e leggibili da un’applicazione informatica per facilitarne il riutilizzo creativo. La diffusione di dati aperti permette di fornire informazioni e servizi agli utenti, in particolare attraverso app per smartphone e tablet.

Le caratteristiche fondamentali del dato aperto

I dati aperti si caratterizzano per tre aspetti fondamentali:

  1. essere disponibili nella loro completezza e accessibili a un costo di riproduzione ragionevole e mediante il download da Internet. Gli Open Data devono essere offerti in formato conveniente e facile da modificare;
  2. poter essere distribuiti e riutilizzati con la possibilità di generare altri dati e unirli ad altre fonti;
  3. garantire la partecipazione universale, dato che tutti devono essere in grado di riusare e ridistribuire gli open data e non devono esserci discriminazioni e restrizioni all’uso non commerciale del dato.

Tutto questo comporta che gli open data possono essere usati, modificati e condivisi da chiunque per ogni scopo, anche per la costruzione di un business. Sempre più sono le imprese che sanno aumentare il valore dei dati aperti aggregandoli e trasformandoli in altri formati.

I tre elementi alla base degli open data garantiscono l’interoperabilità dei sistemi che ne aumenta il valore a livello informatico ed economico a patto di avere dataset capaci di integrarsi in sistemi più complessi.

A cosa servono e perché sono nati gli Open Data?

Da sempre i dati sono una risorsa importante sia a livello di persona, sia a livello di aziende pubbliche e private. L’uso dei dati aperti nasce dalla consapevolezza che i dati governativi sono per legge pubblici e vanno resi disponibili per l’uso da parte di aziende e cittadini. In che modo si può beneficiare degli Open Data?

In primo luogo la diffusione degli open data permette di creare valore, in secondo luogo si tratta di informazioni con molteplici ambiti di applicazione e in particolare:

  • Trasparenza e controllo democratico
  • Partecipazione civica e dei cittadini
  • Innovazione e miglioramento di servizi e prodotti esistenti
  • Aumento dell’efficienza dei servizi ai cittadini
  • Aumento dell’efficacia dei servizi ai cittadini
  • Misura dell’impatto dei provvedimenti
  • Evidenze dalla combinazione di sorgenti dati diverse

In conclusione, nessuno può sapere da dove arriverà la prossima grande invenzione o idea, ma di sicuro gli open data sono alla base del processo di innovazione di persone e aziende. Solitamente le più grandi innovazioni sono nate in luoghi impensabili e si sono sviluppate in modo inaspettato per cambiare le vite di persone e aziende. Si tratta di un processo al cui centro ci sono proprio gli open data e i dati aperti, che ciascuno di noi deve conoscere e imparare a usare nella vita professionale e aziendale.

Scopri cosa può fare MagicNet per la tua azienda utilizzando gli Open Data!