Magicnet Web Agency Bologna
Via Don Francesco Pasti 22 Funo Argelato BO 40050 IT
Mo,Tu,We,Th,Fr 09:00-17:30 €€€ +39 051 664 71 98
MagicNet FB Twitter Google+ Linkedin
Quando il cliente se ne va

"Che cosa è successo?" "Quando si è prodotta la rottura?" "In che cosa ho sbagliato?"

Sembrano le domande di un innamorato alle prese con la dolorosa interruzione di una relazione. Ma sono anche gli stessi interrogativi che ci si pone quando a interrompersi è il rapporto con un cliente, specie se di lunga data. 

Un cliente che rinuncia ad un rapporto di collaborazione può avere le sue ragioni, più o meno valide. Ma esistono motivazioni semplicemente inaccettabili per chi si dedica al proprio lavoro con impegno e dedizione.

Una di queste è quella del costo eccessivo. Quando un servizio o un prodotto sembrano costare troppo, ci si illude che il risparmio e l'offerta ribassata di un concorrente possano risolvere il problema. Ma è davvero così? Cosa conta di più? Risparmiare e ricevere un servizio scadente oppure pagare quello che è dovuto e ottenere un servizio all'altezza, che produca risultati reali e misurabili?

La risposta è scontata. Ma non è su questo che vogliamo soffermarci.

Quando un cliente se ne va, le domande che assalgono chi viene travolto da questa decisione hanno risposte spesso già note.
Ormai subite fin troppe volte. Rimane un forte senso di impotenza, una sensazione di sfiducia che nemmeno la consapevolezza di aver fatto del proprio meglio sembra poter placare. 

Ci si può arrovellare quanto si vuole attorno alla fine della relazione col cliente. Ma la realtà è che, proprio come nelle storie d'amore, bisogna accettare l'abbandono e considerare con distacco che, a volte, non c'è proprio nulla da fare. La realtà è quella di un rapporto che, semplicemente, si è andato esaurendo, sotto i colpi della scarsa lungimiranza della controparte. 

Sì, perché significa vederci poco lungo interrompere una relazione proficua e rafforzata negli anni a favore di una collaborazione nuova, che non garantisce risultati, ma ammalia con la prospettiva di un forte risparmio.

Nonostante tutto, noi continuiamo a crederci perché "I tempi duri non durano mai, ma le persone toste sì". 

Contattaci
5 Febbraio 2018