Magicnet Web Agency Bologna
Via Don Francesco Pasti 22 Funo Argelato BO 40050 IT
Mo,Tu,We,Th,Fr 09:00-17:30 €€€ +39 051 664 71 98
MagicNet FB Twitter Google+ Linkedin
Strategia di retargeting

Lo scopo è quello di recuperare il contatto e raggiungere un obiettivo specifico (compilazione di un form, acquisto,iscrizione, richiesta di contatto o di preventivi etc..).



Infatti, nella maggior parte dei casi, il traffico sul proprio sito web non si traduce in azioni già dalla prima visita. Grazie al retargeting rimane un filo conduttore tra il tuo brand e l’utente che naviga sul web, con l’intento di riportarlo sul sito e procedere alla conversione. Vediamo come.

Inserendo una stringa di codice (pixel) nelle pagine del tuo sito web, tutte le volte che compare un nuovo visitatore il pixel rilascia un cookie anonimo (tag o ID).Quando l’utente tracciato lascerà il sito per andare altrove, vedrà comparire degli annunci riguardanti il tuo brand, diversificati in base agli interessi mostrati.

Infatti, attraverso i cookie è possibile profilare gli utenti che si relazionano con uno specifico sito e proporre  di conseguenza degli annunci pubblicitari altamente personalizzati e mirati solo a persone che hanno già visitato il tuo sito.

Ecco una checklist per un’efficace campagna di retargeting:
 
  • Identificare il giusto segmento di pubblico

I segmenti di pubblico per il retargeting vengono individuati in base al comportamento degli utenti, secondo vari criteri: la semplice visita sul sito web o l’avvio della relativa app, oppure caratteristiche più specifiche. Non esiste un criterio migliore di un altro, le modalità di impostazione dipendono dagli obiettivi di business che si vogliono raggiungere. Ad esempio, potresti considerare gli utenti che hanno sfogliato i tuoi prodotti senza averli aggiunti nel carrello e indirizzare loro annunci specifici per quegli articoli. Oppure se gli utenti hanno aggiunto dei prodotti ai propri carrelli senza completare l’acquisto potresti offrire loro un codice sconto ad hoc. E se completano gli acquisti potresti suggerire loro degli articoli correlati.
 
  • Non lasciare nulla al caso

Puoi scegliere di considerare solo i clienti che hanno interagito con il tuo sito in un determinato intervallo di tempo. Ovviamente maggiore è il periodo considerato, maggiore sarà il numero di potenziali clienti. Tuttavia, rivolgersi solo ai visitatori più recenti potrebbe aumentare le possibilità di conversione in quanto potrebbero essere le lead più calde.
Ricorda che puoi anche specificare orari e giorni in cui pubblicare gli annunci, quindi valuta i momenti in cui gli utenti sono più attivi online.
Infine, la landing page (la pagina di destinazione) deve essere curata attentamente, personalizzata in base alle caratteristiche del segmento di pubblico e costruita in modo da “accompagnare” l’utente a compiere l’azione attesa in pochi e semplici passaggi.
 
  • Pensare in grande
 
L’integrazione è (quasi) sempre la soluzione migliore. Per quanto il retargeting sia efficace da solo, lo è ancora di più quando viene inserito in una più ampia strategia di marketing digitale. Ad esempio, se il retargeting consente di ottimizzare le conversioni, le strategie di content marketing, Social Media marketing e SEO consentono di guadagnare traffico sul tuo sito web. Le chance di successo aumentano se si utilizzano più strumenti insieme per ottenere effetti complementari.
 
  • Non trascurare il contesto

Ricordati di verificare  il contesto (i siti web) nel quale verranno proposti gli annunci in modo che la pertinenza tematica unita alla personalizzazione consenta di ottenere un alto tasso di conversione. Il rovescio della medaglia è quello di rischiare di ledere l’immagine del tuo brand se non si presta attenzione  alle categorie alle quali si affianca il proprio nome.
 
  • Considerare il mobile

Pianifica campagne di retargeting multidevice e assicurati che i tuoi annunci siano correttamente visualizzati da tutti gli schermi. Infatti le persone navigano sempre di più attraverso i loro dispositivi mobili e sono anche maggiormente propensi ad effettuare acquisti in questa modalità.
 
  • Limitare la frequenza degli annunci

Il limite di frequenza stabilisce una soglia massima di annunci a cui un utente è esposto giornalmente. E’ importante per evitare di stancare le persone, ottenendo un effetto contrario rispetto a quello desiderato. Quindi meglio pochi ma buoni, preservando i risultati e il budget. Per scegliere a quali annunci dare la precedenza osserva i posizionamenti che in passato hanno avuto le percentuali di clic più alte, sono quelli che hanno più possibilità di successo.
 
  • Curare il contenuto e la forma

La strategia da pianificare riguarda anche i contenuti e i formati. È importante che i tuoi annunci di retargeting siano pertinenti e convincenti, devono attirare l’attenzione, devono essere riconoscibili (es. stesso layout del tuo sito) e contenere un invito all’azione. Per quanto riguarda i formati, non limitarti: usa diversi formati, unendo testo e display, e individua quello più efficace.
 
  • Monitorare i risultati

Ricordati di impostare da subito degli obiettivi misurabili e raggiungibili in un preciso intervallo di tempo. Così potrai monitorare i risultati della campagna di retargeting per conoscere il numero di conversioni ottenute, valutare il tuo rendimento e programmare le offerte future in base ai dati raccolti.
 
  • Non dimenticare gli utenti
 
Quando avrai raggiunto i tuoi obiettivi continua a fidelizzare i tuoi utenti. Certo, non potrai più raggiungerli con gli stessi annunci ma potrai prepararne dei nuovi, sempre pertinenti in base ai loro comportamenti. Ad esempio, puoi proporre nuovi servizi collegati a quelli che hanno scelto e apprezzato in precedenza.

Le campagne di retargeting rappresentano una soluzione efficace per ottimizzare i tuoi investimenti pubblicitari perché consentono di puntare su persone che hanno mostrato interesse per la tua attività, con la quale hanno già una certa familiarità.

Inoltre, se hai già Google AdWords puoi avviare campagne di retargeting sulla Rete Display di Google.

Se vuoi chiarimenti su come procedere, non esitare a contattarci!
Contattaci
16 Aprile 2018