Magicnet Web Agency Bologna
Via Don Francesco Pasti 22 Funo Argelato BO 40050 IT
Mo,Tu,We,Th,Fr 09:00-17:30 €€€ +39 051 664 71 98
MagicNet FB Twitter Google+ Linkedin
Mepa

Fa parte del portale acquistinretepa.it ed è gestito da Consip.

Stiamo parlando del Mercato Elettronico della Pubblica Amministrazione (MePA) all'interno del quale le amministrazioni abilitate possono confrontare l’offerta di beni e servizi e negoziare contratti di fornitura in linea con le loro esigenze.

Chi può vendere sul MePA? Tutte le aziende che offrono beni e servizi che appartengono alle categorie merceologiche specificate dai Bandi.

Ma attenzione, se vuoi vendere sul MePA ci sono almeno 6 cose che devi tenere a mente:

 

1. Non basta registrarsi, devi abilitarti


Contrariamente a quanto accade quando ci iscriviamo ad i soliti servizi online, nel MePA non basta registrarsi, bisogna anche abilitarsi.

Una volta fornite le informazioni richieste (dati personali e categoria di appartenenza), vengono assegnate delle credenziali che bisogna inserire sul portale per procedere con l’abilitazione. Dovrai specificare il tuo ruolo di venditore e fornire gli ultimi dati per poi attendere l’esito della verifica. Solo alla fine di questo processo e, solo se sei in possesso di una firma digitale, puoi iniziare la vendita.

L’errore più comune viene commesso proprio in questa fase iniziale, nella quale molte aziende si fermano alla registrazione.  Incappare in questo intoppo significa non essere visibile alle PA, infatti è l’abilitazione che determina e certifica la tua presenza nel Mercato.

Quindi, come puoi accertarti di aver completato il procedimento di iscrizione?

Devi usare le credenziali ricevute nella prima fase di registrazione e autenticarti al sito acquistinretepa.it.
Se risulti “abilitato” troverai accanto al tuo nome, in alto a sinistra, la dicitura “Legale rappresentante”.
Se leggi “Registrato” significa che ti sei fermato alla registrazione base oppure che la tua abilitazione non è andata a buon fine.

In quest’ultimo caso, puoi accedere a  “Bandi a cui hai partecipato” per verificare lo stato del processo.
Accedendo a “Categorie selezionate” e “Stato partecipazione” potrai capire in quale punto sei fermo e come procedere.
Quando avrai completato tutto l’iter il tuo stato diventerà “Abilitato” e sarai attivo e visibile sul MePA.

 
2. Compila il catalogo nel modo corretto

La compilazione del catalogo è insieme il passo più importante e il più ostico dell’abilitazione al MePA. Attraverso questo strumento le aziende presentano i loro prodotti alle PA che possono decidere di acquistarli direttamente.

La condizione preliminare è quella di avere l’abilitazione per una categoria che prevede un catalogo prodotti. Quando questo si verifica puoi gestire i tuoi prodotti tenendo a mente che puoi inserire tutti gli articoli che sono previsti dal Mercato per quella specifica categoria. L’elenco dei prodotti negoziabili è reperibile nella pagina di gestione del catalogo ed è il punto da cui devi partire.

Considera che l’inserimento dei prodotti rappresenta un impegno di vendita: dovrai stabilire (es. le aree di fornitura e i tempi di consegna) e sottostare (es. quantità di articoli, modalità di pagamento) a dei vincoli in base ai quali si dovrà svolgere la vendita.

Puoi compilare il tuo catalogo direttamente online oppure attraverso un file precompilato. In questa fase è facile perdersi: i termini e le procedure sono di difficile comprensione. Tuttavia, all’interno del sommario tecnico del tuo bando di riferimento puoi trovare le informazioni per comprendere meglio i campi da riempire.

Dopo aver completato questa fase dovrai firmare digitalmente il catalogo completo ed inviarlo a Consip. Una volta approvato, sarà pubblicato e rintracciabile dalle PA.

 
3. Descrivi i tuoi prodotti usando le parole giuste
 
Per essere trovati dalle Pubbliche Amministrazioni  è importante descrivere correttamente i prodotti. Dunque, come accade generalmente sul web, dalla scelta delle parole chiave dipende il tuo posizionamento dentro e fuori dal MePA.

Come prima cosa devi avere chiaro il posizionamento che hai per i tuoi clienti potenziali e non. Solo in questo modo sarai in grado di classificarti con le parole più pertinenti.

Puoi aiutarti facendo un’analisi delle keywords principali che intendi utilizzare e verificare che siano quelle giuste per te. Studia la concorrenza e le ricerche più frequenti.

Ricorda  che spesso le PA ricorrono al nome del fornitore oppure al codice dell’articolo per trovare quello che cercano.

 
4. Abilita la fatturazione elettronica

Nel 2008 è stato stabilito che la fatturazione destinata alle PA può avvenire esclusivamente in formato elettronico e deve essere inviata attraverso il Sistema di Interscambio  il quale ne valuterà la correttezza.

Il contenuto di una fattura elettronica è un file XML (extensible markup language) che deve riportare la firma digitale di chi la emette per certificarne l’autenticità. La Pubblica Amministrazione destinataria della fattura è contrassegnata da un codice di identificazione univoco al quale è sottoposta l’emissione.

Per semplificare questo processo è stato introdotto nel MePA il servizio di gestione della fatturazione elettronica al quale possono aderire tutti i fornitori abilitati, senza costi aggiuntivi.

 
5. Consulta le Richieste di Offerta (RdO) da “Negoziazioni MePA”
 
Spesso le aziende fornitrici perdono qualche cliente solo per una questione di visualizzazione della Richiesta di Offerta.

La tendenza comune è quella di verificare gli ordini solo nei messaggi personali senza accedere al “Cruscotto” in “Negoziazioni MePA” che invece fornisce una visione più completa.

Inoltre dal “Cruscotto” puoi applicare filtri di ricerca altrimenti non utilizzabili ed è presente un menù che consente di visualizzare tutte le gare che ti riguardano.

In questo modo avrai una gestione più ordinata delle tue Richieste di Offerta, con la certezza che non ti sfuggirà nessuna occasione!
 
6. Ricorda di rinnovare la tua abilitazione
 
Come non basta registrarsi senza abilitarsi, allo stesso modo non è sufficiente abilitarsi una sola volta. L’abilitazione, la compilazione del catalogo e la registrazione al servizio di fatturazione elettronica vanno rinnovate, pena la sospensione dal Mercato.

Nel primo e nell’ultimo caso il rinnovo và eseguito entro 6 mesi, invece nel caso del catalogo è sufficiente una volta l’anno (altrimenti vengono cancellate le tue offerte), anche se varia a seconda del Bando.

Non solo. Devi comunicare anche eventuali modifiche dei prezzi e delle caratteristiche della tua azienda. Il tutto andrà rifirmato ogni volta.

Motivo per il quale spesso molte aziende risultano inattive anche se ancora iscritte. Pensaci: potrebbe essere una buona chance per emergere!
Contattaci
2 Aprile 2018