Magicnet Web Agency Bologna
Via Don Francesco Pasti 22 Funo Argelato BO 40050 IT
Mo,Tu,We,Th,Fr 09:00-17:30 €€€ +39 051 664 71 98
MagicNet FB Twitter Google+ Linkedin
Come fare pubblicità su Twitter per un'attività B2B

Anche su Twitter è possibile farsi pubblicità attraverso delle campagne di advertising a pagamento.

Ma, prima di lanciarsi nella promozione, è bene riflettere sugli obiettivi che si desidera perseguire e sulle esigenze dei clienti a cui ci si rivolge.

In particolare, impegnarsi nella pubblicità su Twitter è una scelta particolarmente saggia per le aziende B2B. A differenza di Facebook, infatti, la piattaforma dei cinguettii spicca per la sua maggiore serietà ed autorevolezza. Gli utenti che ne fanno un uso assiduo la scelgono soprattutto per informarsi ed approfondire i loro temi prediletti e l'attualità.

Proprio quello di informare, approfondire e fornire spunti preziosi dev'essere l'obiettivo di un'azienda B2B impegnata a promuovere la propria offerta su Twitter.

Infatti, mentre gli acquisti degli utenti finali sono spesso compiuti sull'onda dell'impulso e dell'emotività, quelli delle aziende sono frutto di un lungo percorso decisionale, che dev'essere alimentato con risorse informative e di approfondimento.

E per quanto riguarda l'advertising? Investire nella creazione di annunci a pagamento su Twitter significa impostare campagne per obiettivo con budget personalizzato in cui il pagamento avviene solo se l'utente completa effettivamente l'azione di conversione prestabilita.

Gli obiettivi che si possono perseguire sono diversi:

  • La notorietà, ovvero la visibilità dei propri Tweet. Questo tipo di campagna è consigliato quando la propria pagina non dispone ancora di un numero rilevante di follower oppure quando si è in possesso di un contenuto di particolare qualità che si desidera veicolare al maggior numero possibile di utenti targettizzati.
     
  • L'aumento dei follower. Quando la propria attività di promozione su Twitter è ancora agli albori e si desidera ampliare in maniera rapida ed efficace la propria base di follower.
     
  • Clic verso il sito o conversioni, ovvero quando si desidera veicolare traffico verso le proprie pagine web oppure ottenere lo svolgimento di azioni ben precise (download di una risorsa, compilazione di un modulo sul sito, etc.).
  • Interazioni con i Tweet. Anche in questo caso, l'obiettivo è quello di ampliare la diffusione di un tweet e alimentare la discussione attorno al suo contenuto. I tweet sponsorizzati sono etichettati in modo tale da essere distinti rispetto a quelli non a pagamento, ma sono in tutto e per tutto uguali a quelli normali.
     

Oltre all'impostazione dell'obiettivo da perseguire, è fondamentale dedicarsi anche alla definizione del pubblico di destinatari. La selezione del pubblico per la pubblicità a pagamento su Twitter avviene tramite la scelta di:

  • Posizione. Si può scegliere un pubblico circoscritto ad una determinata zona geografica.
     
  • Lingua parlata e sesso.
     
  • Dispositivo d'uso (tablet, smartphone, desktop).
     
  • Target personalizzato. Ovvero una lista di utenti personalizzara raccolta su altri canali (sito web, newsletter, altri canali social).
     
  • Parole chiave. Una selezione di parole chiave, avendo cura di preferire quelle effettivamente utilizzate dalla propria nicchia di utenti.
     
  • Followers. Con la possibilità di includere nel pubblico una lista di nomi-utente, selezionati tra le aziende che su Twitter si occupano dello stesso argomento o che operano nello stesso settore, per indirizzare la campagna ai loro followers.
     
  • Interessi. Con l'opportunità di scegliere tra ben 25 categorie principali di interesse.
     

Le campagne adv su Twitter possono essere sfruttate per veicolare offerte, per lanciare nuovi prodotti o servizi, per diffondere contenuti di pregio come webinar, white paper, ebook e risorse utili, per mostrare particolari aspetti della produzione (video, immagini, gif) e per creare brand awareness.

Vuoi fare pubblicità su Twitter per raggiungere un target B2B? Contattaci!

Contattaci
2 Gennaio 2018